Cronache del rum

Autore Hunter S. Thompson, un pazzo genuinamente geniale

Genere: Romanzo formazione/autobiografico

1a edizione originale : 1998

Consigli d’acquisto, cliccando sui link qui sotto si aprirà la pagina di Amazon del prodotto selezionato ,che , in caso di acquisto, contribuirebbe in una piccola percentuale a finanziare questo sito.

LibroCronache del rum

Film:The rum diary

Descrizione Paul Kemp(alias Hunter S. Thompson) giornalista freelance squattrinato e alcolizzato si trasferisce da St.Louis a Porto Rico per rispondere ad un annuncio di lavoro del “Daily”, un quotidiano di San Juan (Porto Rico). Al di la della trama vorrei sottolineare dove vuole andare a parare questo libro, nel quale in linea di massima riassume le avventure/disavventure di Thompson durante questo soggiorno sull’isola. Due stralci del libro mettono in risalto l’anima di questo racconto.

Il primo:

-Il motivo per cui questa gente lasciava l’isola era più o meno la stessa per cui io me ne ero andato da St.Louis e dal college e mandato al diavolo tutte le cose che avrei dovuto desiderare.Anzi tutte le cose che avevo la responsabilità di desiderare(di condividere, addirittura).E. mi sono chiesto che impressione avrei dato io se qualcuno mi avesse intervistato all’aeroporto Lambert il giorno in cui ero partito per New York con due valige, trecento dollari e una busta con ritagli dal giornaletto dell’esercito.”CI dica signor Kemp, come mai vuole andarsene da St.Louis dove la sua famiglia ha vissuto per generazioni e dove potrebbe, se solo lo volesse, trovarsi un angolino tutto suo con tanto di marmocchi dove poter vivere in santa pace per tutto il resto della sua ben pasciuta vita?”

“Be, vede, io…eeeh…be, mi viene questa sensazione.Io…eh…me ne sto qui seduto e guardo questo posto e l’unica cosa che voglio fare è andare via, no? Scappare a gambe levate”-

Questo è uno dei tanti dialoghi illuminanti ,scritti e pensati alla perfezione, che ti intrattengono fino alla fine , per poi arrivare al punto in cui ti domandi “Che cosa? E questo cosa significa?”.

Quindi cosa fare?Rileggere il brano?No, era abbastanza semplice da capire.Inizi quindi a rimuginare sul significato recondito.Ti rendi conto che mentre leggevi l’estratto questo scorreva una bellezza e ti sembrava di aver già sentito un discorso simile.Si. Ma da chi? Indovina? Da te stesso.Si , certo, chi non ha mai pensato di prendere ed andarsene , ripartire da zero, riprogrammare una vita e non seguire i dictat della società dove vivi, il dovere di farti una casa, una famiglia, avere un cane e un giardino.E qui l’illuminazione, o meglio BOOM! un bel pugno nello stomaco, ti ritrovi spaesato e in preda a mille pensieri, ma perlomeno consapevole della tua instabilità.Ecco questo è uno dei tanti  lividi che ti procurerà questo libro.

Secondo:

-Certe volte all’imbrunire, quando cercavi di rilassarti e non pensare all’inerzia generale, il Dio della spazzatura raccoglieva un pugno di quelle mancate speranze mattutine, facendole dondolare quasi a portata di mano; restavano li sospese al vento e tintinnavano come delle campanelline al vetro, facendoti ripensare a qualcosa che non avresti afferrato, né ora né mai.Era un immagine esasperante , e l’unico modo per spazzarla via era reggere fino a sera e scacciare i fantasmi a forza di rum.-

Questa parte riflette sostanzialmente la trama del libro, vacue speranze che portano a un susseguirsi di eventi , conoscenza di personaggi particolari, con cui è solito stringere amicizia il buon Kemp, ma soprattutto il filo conduttore: il patio del bar di Al.Qui è dove sempre i più disagiati di San Juan si riuniscono per mangiare hamburger e soprattutto bere rum, tanto rum, poichè “l’alcol è causa di e soluzione a tutti i problemi della vita” cit. Homer J. Simpson.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: