On the road

Autore Jack Kerouac, uno dei padri della Beat Generation

Genere: Romanzo, autobiografico

1a edizione originale: 1957

Consigli d’acquisto, cliccando sui link qui sotto si aprirà la pagina di Amazon del prodotto selezionato ,che , in caso di acquisto, contribuirebbe in una piccola percentuale a finanziare questo sito.

Libro:Sulla strada

Film:Sulla strada

Descrizione: Sal Paradise alias Jack Keruac narra le vicende di un suo viaggio per l’America,dove cerca giorno per giorno di vivere esperienze fuggevoli ma esplosive.Tutto il viaggio ruota intorno alla mentalità di vivere “on the road”, cioè di non indietreggiare di fronte all’avventura, di conoscere persone nuove, di fregarsene di quello che pensa la gente e di fare tutto ciò che passa per la mente.Il libro è diviso in tre parti, che però presentano un filo conduttore, ovvero l’amico ed anche icona di questo stile di vita: Dean Moriarty alias Neal Cassady.

Sal crede che Dean sia l’incarnazione del senso della vita, infatti idolatra il suo amico, descrive ogni singolo gesto che compie. Addirittura riconduce tutti questi suoi tic di Dean, ogni sua sfuriata emozionale, la parlantina continua e le azioni spasmodiche a un esplosione di vita interna .Sal ammira come il suo amico sia capace di vivere appieno ogni singolo momento, di come sia in grado di “sentire il tempo”.Per lui rappresenta quella frenetica e caotica voglia di fare che chiunque di noi ha sperimentato almeno una volta.

Sal però è anche consapevole del fatto che vivere in quel modo non sarebbe molto salutare sia per lui sia per le persone a cui vuole bene.Si ritrova spesso infatti sospeso tra la voglia di fare di Dean e la consapevolezza che comportandosi in questo modo finirebbe per rimanere solo. Il protagonista decide di rimanergli accanto sempre, in qualsiasi circostanza, nonostante tutto, semplicemente perché lo considera  una gemma preziosa.Vede in lui l’unico che sia stato in grado di vivere come vuole ogni singolo momento della sua esistenza.

Per citare un altro grande libro  , Dean è sostanzialmente “troppo strano per vivere e troppo raro per morire”.

Recensione Consigliatissimo per tutti coloro che vivono quell’insofferenza dei venti anni, dove non si ha una minima idea di quello che si vuole fare della propria vita.Per tutti coloro che pensano oltre alla ordinaria routine, per tutti coloro che hanno tanta voglia di fare, ma pochi sfoghi per esprimersi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: